IMU-TARI-IRPEF rimangono ai valori massimi.

1

aprile 1, 2016 di vermondo

A integrazione della mia relazione generale sul bilancio di previsione 2016 e il documento unico di programmazione (DUP) 2016-2018 (https://vermondoblog.wordpress.com/2016/04/01/idee-confuse-su-come-spendere-i-soldi-disponibili-approvato-il-bilancio-2016-2018/), riporto qui di seguito i miei interventi sui punti specifici dei tre tributi comunali IMU, TARI e IRPEF con le motivazioni del mio voto contrario. Con le decisioni di ieri, le imposte IMU e addizionali IRPEF e la tassa TARI rimangono a livelli massimi, consolidando l’enorme aumento di prelievo rispetto al 2011. Nel 2016, è eliminata la TASI per decisioni del governo nazionale.

_____________

Consiglio Comunale del 31 marzo 2016 – Punto 4: aliquote e detrazioni IMU

IMU e TASI sono due esempi di demagogia utilizzati dai partiti politici nella gestione del consenso, a danno della chiarezza e della continuità delle strategia di imposizione fiscale sulla casa. Ci siamo perfino dimenticati della litania di sigle e nomi, da ISI a ICI a IMU e TASI.

L’IMU rimane la voce più importante di entrata tributaria: 5.173.000 € più 1.095.000 € per gli immobili produttivi di cat. D versati dai Medesi direttamente allo Stato, per un totale di 6.268.000 €. E’ la parte principale del prelievo tributario comunale che è aumentato del 46,2% rispetto al 2011, quasi raddoppiato.

Già nel 2014 avevo sollevato dubbi sui criteri di definizione delle aliquote: le abitazioni signorili e ville hanno un’aliquota ridotta a 0,4% mentre i laboratori per arti e mestieri sono allo 0,85%, come se si volessero scoraggiare le già ridotte attività artigianali rimaste sul territorio.

Inoltre ricordo che non è finora stata utilizzata la leva tributaria IMU con proposte d’incentivazione per iniziative di recupero di edifici vecchi e degradati, incoraggiando la riqualificazione estetica, funzionale ed energetica, a beneficio dei proprietari privati e della comunità medese. Sono confermato in questa proposta da quanto affermato dall’arch. Engel nella discussione in commissione della variante PGT. Oggi, la leva fiscale e tributaria è uno strumento da utilizzare per influenzare, attraverso incentivi, la rigenerazione urbana insieme con le norme di piano del territorio.

Il mio voto è contrario perché oggi ci potrebbero essere gli spazi per una riduzione delle aliquote, vista la migliore situazione di equilibrio finanziario. Non è neppure proposta una modulazione delle aliquote come strumento per incentivare iniziative virtuose dei privati nella rigenerazione urbana con la riqualificazione di edifici.

Vermondo Busnelli, Capogruppo Consiliare di MEDA per TUTTI

31 marzo 2016

____________

Consiglio Comunale del 31 marzo 2016 – Punto 5: tassa sui rifiuti TARI

Il gettito di questa tassa (TARSU poi TARES e oggi TARI) è sostanzialmente stabile. Nel 2016 è previsto a 2,130.000 €.

Nel 2016 si propone di aumentare la quota fissa della tassa sia per le utenze domestiche sia per quelle non domestiche. Nel caso delle utenze domestiche questa misura va in direzione contraria allo spirito della legge che vorrebbe collegare sempre di più la tassa alla quantità dei rifiuti prodotti più che alla superficie dell’abitazione.

Il piano finanziario indica un sostanziale mantenimento della quantità di rifiuti prodotti dai Medesi pro capite, tra 370 e 390 kg per abitante.

Non si registrano miglioramenti significativi nella raccolta differenziata; anzi, il 2015 segna un leggero peggioramento dal 57% al 56%. Il miglioramento è possibile se l’amministrazione si attiverà, insieme con il gestore ed eventualmente con il CONAI, con programmi di comunicazione e motivazione oltre che con innovazioni tecniche e organizzative della raccolta.

Rimane insoddisfacente il livello di pulizia delle strade e dei luoghi pubblici. Anche in questo caso è fondamentale un programma di comunicazione e maggior coinvolgimento dei cittadini oltre al richiamo del gestore per una più accurata attenzione del servizio. Non è ancora stato avviato un programma di avviso degli orari di spazzatura delle strade con obbligo di spostamento delle vetture così da consentire una pulizia efficiente ed efficace.

Per i motivi esposti il mio voto è contrario perché osservo un’inerzia da parte dell’amministrazione nel promuovere campagne comunali di comunicazione e motivazione, possibilmente in collaborazione con altri enti e società che operano nel settore.

Vermondo Busnelli, Capogruppo Consiliare di MEDA per TUTTI

31 marzo 2016

____________

Consiglio Comunale del 31 marzo 2016 – Punto 6: addizionale IRPEF

L’addizionale comunale IRPEF detiene il primato assoluto di aumento d’imposizione: è aumentata dell’80% rispetto al 2011, passando da 910.000 € a 1.640.000 €. E’ stato necessario un intervento legislativo per bloccare la spirale viziosa di queste aliquote addizionali regionali e comunali. Sono un esempio di cattiva e fuorviante applicazione del federalismo fiscale all’italiana: ogni livello istituzionale ha mantenuto o accresciuto le proprie spese gonfiando la spesa pubblica a livelli inverosimili.

Inoltre, il concetto della progressione dell’imposizione in proporzione al reddito denunciato è valido sul piano teorico, ma è ben noto a tutti che non funziona in Italia, dove l’evasione e l’elusione fiscale rimane a livelli altissimi. Pertanto il maggior onere fiscale non è sulla ricchezza reale ma sulla ricchezza denunciata dai cittadini onesti o obbligati dalle norme vigenti, come i lavoratori dipendenti e i pensionati. Quindi, se era discutibile la decisione di adottare un’aliquota addizionale unica dello 0,3% fino al 2011, è altrettanto opinabile la scelta della modulazione attuale.

Per i motivi esposti il mio voto è contrario perché l’aumento di prelievo con l’addizionale IRPEF ha subito aumenti insostenibili (+80%) e perché la modulazione delle aliquote persegue un’illusoria distribuzione, proporzionata al reddito dichiarato più che a quello reale.

Vermondo Busnelli, Capogruppo Consiliare di MEDA per TUTTI

31 marzo 2016

foto tributi

One thought on “IMU-TARI-IRPEF rimangono ai valori massimi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: