Dal dire al fare…il senso della mozione sull’aria inquinata.

2

gennaio 20, 2016 di vermondo

Ho promosso una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale per impegnare chi governa la città a predisporre un piano concreto e fattibile per prevenire le cause e controllare gli effetti dell’inquinamento dell’aria. Ho trovato immediata collaborazione con altri due gruppi consiliari che hanno sottoscritto e contribuito alla finalizzazione del testo.

L’inquinamento atmosferico è un fenomeno globale e richiede accordi nazionali e internazionali per politiche e programmi coordinati. Tuttavia ogni comunità ha le proprie specificità e la possibilità di contribuire, sia pure in misura limitata, alla soluzione del problema. Informazione continua, coinvolgimento dei cittadini e delle associazioni, utilizzo d’incentivi per adottare pratiche virtuose e sostenibili, incoraggiare la mobilità dolce con vie ciclopedonali per accedere ai servizi della città, fluidificare il traffico veicolare evitando code prolungate a semafori e passaggi-a-livello (Meda non ha ancora, a tutt’oggi, alcun varco sulla ferrovia che l’attraversa in diagonale, passando per il suo centro) ecc.

Inoltre, Meda e paesi limitrofi hanno un problema specifico e aggiuntivo che si chiama benzo(a)pirene, sostanza cancerogena che si trova nel particolato emesso da combustioni inefficienti, in particolare di biomasse e legno.

Per risolvere il problema, occorre innanzitutto prenderne coscienza, non ignorarlo. Conoscere e analizzare le cause, in particolare quelle più rilevanti e di maggiore impatto. Adottare le misure, di breve-medio e lungo termine, per rimuovere le cause e mitigare gli effetti con interventi possibili e sostenibili. Questo è il senso e lo scopo della mozione, il cui testo è riportato integralmente qui sotto.

____________

al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Meda

al Sig. Sindaco del Comune di Meda

e p.c. ai Sigg. Consiglieri Capigruppo

Oggetto: Mozione per la richiesta di un piano di prevenzione e di controllo per migliorare la qualità dell’aria di Meda.

Ai sensi dell’art. 43 del regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, i sottoscritti consiglieri delle liste MEDA per TUTTI, CON BURASCHI PER MEDA, SINISTRA e AMBIENTE chiedono che sia discussa nel prossimo consiglio comunale la seguente mozione.

PREMESSO CHE

  • sul territorio del Comune di Meda è installata da anni una centralina della Regione Lombardia per la misurazione di diversi indicatori della qualità dell’aria;
  • questa centralina è posizionata in una zona della città densamente abitata, prossima a diversi edifici pubblici frequentati da persone di ogni età, come la scuola media Traversi e la Medateca, a numerose attività commerciali e di servizi con notevole afflusso di utenti;

CONSTATATO CHE

  • i valori di alcuni indicatori di qualità dell’aria rilevati dalla centralina sono frequentemente al di sopra dei limiti massimi di legge, come documentato sul sito dell’Agenzia Regionale di Protezione dell’Ambiente (ARPA) Lombardia e riportato nei suoi rapporti annuali;
  • nel quadro generale di una situazione critica d’inquinamento atmosferico nelle province di Monza e Brianza, Milano e Como per diversi indicatori, la centralina di Meda indica un livello di gravità maggiore, con valori tra i più alti di NO2, CO, PM10 e O3; in particolare:
    • il PM10 ha registrato, nell’arco dell’anno 2015, ben 100 giorni di superamenti dei limiti di legge e 40 consecutivi nel periodo dal 24/11/2015 al 2/1/2016, con valori di punta superiori a 120 μg/m3;
    • il livello d’inquinamento dell’aria rilevata dalla centralina di Meda è aggravato dal sistematico superamento del limite massimo di benzo(a)pirene, sostanza cancerogena, in misura largamente superiore rispetto a tutte le altre stazioni di rilevamento della Regione Lombardia, come dimostrato dai grafici allegati, che sono estratti dall’ultimo rapporto annuale redatto da ARPA per il 2014; il valore è stabile, negli ultimi anni, sopra il limite-obiettivo di 1 ng/m3, particolarmente nel periodo dell’anno da ottobre a febbraio;
  • ARPA spiega che il carico d’inquinamento da benzo(a)pirene, già alto per il traffico autoveicolare e il riscaldamento, è aggravato dalle pratiche di combustione non efficienti di biomasse e di legna in particolare: “…il contributo significativo delle combustioni di legna è determinante per il superamento del limite… Meda e la bassa Brianza sono infatti note per la produzione industriale e artigianale di mobili”;
  • non sono codificate azioni d’attuare nell’immediato per i periodi continui di superamento e gli strumenti del Comune di Meda, in particolare PAES e piano di emergenza della protezione civile, non contengono misure specifiche di prevenzione e controllo dell’inquinamento dell’aria, con particolare riferimento al PM10 e al benzo(a)pirene;

IL CONSIGLIO COMUNALE INVITA SINDACO E GIUNTA

  1. a predisporre con urgenza un piano di prevenzione e di controllo delle emissioni sul territorio del Comune di Meda per analizzare le cause della situazione attuale e definire misure preventive e correttive che portino il livello di qualità e salubrità entro i limiti di legge;
  2. a informare periodicamente e adeguatamente la cittadinanza dei comportamenti virtuosi da adottare per contrastare le emissioni di sostanze inquinanti, sia con le indicazioni fornite dal vademecum regionale sia richiamando le norme vigenti;
  3. a informare questo Consiglio e la Commissione competente sui contenuti del piano, con periodici aggiornamenti sulle azioni attivate e sui risultati ottenuti.

 

I Consiglieri Comunali

Vermondo Busnelli, MEDA per TUTTI

Alberto Colombo, SINISTRA e AMBIENTE

Vilma Galimberti, CON BURASCHI PER MEDA

 

Meda, 19 gennaio 2016

 

Allegati:

benzopirene 2014 grafico  inquin benzopirene Meda

____________

copia protocollata:

mozione aria 2016gen19p1  mozione aria 2016gen19p2 mozione aria 2016gen19p3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

https://vermondoblog.wordpress.com/2016/01/17/tradizione-o-innovazione-nel-nome-di-s-antonio/

 

 

2 thoughts on “Dal dire al fare…il senso della mozione sull’aria inquinata.

    • Eugenio Songia scrive:

      Non posso che essere d’accordo sulla mozione; a tale proposito vorrei ricordare che alcuni passaggi a livello a Meda rimangono chiusi fino a 5 minuti prima che passi un treno: mi domando se non sia possibile accorciare i tempi di attesa; anche i semafori obbligano a temoi di attesa che mi sembra potrebbero essere accorciati per migliorare il traffico e l’inquinamento atmosferico. Grazie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: