Presentate al consiglio comunale le osservazioni sul centro commerciale.

Lascia un commento

novembre 27, 2015 di vermondo

Ho dedicato il mio intervento iniziale, nel consiglio comunale di ieri, per illustrare le 4 osservazioni presentate da MEDA per TUTTI al progetto del centro commerciale con albergo: cavalcavia FNM in via Busnelli; clausole fideiussorie definite per ogni fase del piano; destinazione degli incassi per oneri di urbanizzazione alla riqualificazione del centro e alla viabilità/mobilità; comunicazione trasparente sul piano di bonifica. https://vermondoblog.wordpress.com/2015/10/30/se-centro-commerciale-sia-almeno-sia-fatto-bene-per-la-citta/

_______________________________

Consiglio Comunale del 26 novembre 2015 – Comunicazione iniziale

Signori Presidente, Sindaco, Assessori, Consiglieri, Signore e Signori Tutti,

porto alla vostra attenzione i punti salienti delle osservazioni che MEDA per TUTTI ha presentato al piano attuativo dell’area di trasformazione AT1 (ex-Medaspan) per la costruzione di un complesso terziario multiuso destinato ad attività commerciali, ricettive e di servizio, più sinteticamente chiamato centro commerciale con albergo.

Come consigliere comunale di MEDA per TUTTI ha votato contro il piano, per le ragioni esposte nell’intervento del 30 luglio scorso. Ora, preso atto della decisione di questo consiglio di procedere all’attuazione, l’associazione MEDA per TUTTI ha elaborato e protocollato alcune osservazioni che ci auspichiamo vengano recepite nelle fasi successive di approvazione definitiva del piano, a beneficio della comunità medese e del territorio, massimizzando i possibili benefici e minimizzando i rischi associati al progetto. Quattro sono le osservazioni di criticità e di potenziale opportunità.

  1. La prima invita a valutare l’opportunità di realizzare un cavalcavia sulla linea ferroviaria FNM a prolungamento della strada già prevista di uscita su via Busnelli come possibile alternativa al sottopasso programmato come opera connessa di Pedemontana. Ci sembra una soluzione meno invasiva: non sarebbe necessario deviare il torrente Tarò e l’impatto sulla viabilità delle vie limitrofe risulterebbe più sostenibile, con minori disagi alla cittadinanza; inoltre questo cavalcavia sarebbe più in linea con un’eventuale tangenziale Nord-Ovest della città nella fluidificazione del traffico. Comunque il superamento della ferrovia dovrà essere realizzato prima del completamento e avvio del centro commerciale con albergo.
  2. La seconda osservazione richiama la necessità di rafforzare la convenzione e gli atti contrattuali con la proprietà, con l’aggiunta di più chiare condizioni di sospensiva e di garanzie fideiussorie a maggiore tutela degli interessi comunali. In particolare si raccomanda di definire le condizioni di garanzia sezionando le tre fasi del piano, con tempi certi e definiti per: l’analisi del suolo e sottosuolo per il conseguente piano di bonifica; l’abbattimento delle strutture esistenti e pulizia dell’area; la realizzazione delle opere autorizzate con le concessioni edilizie.
  3. La terza osservazione propone di finalizzare le entrate finanziarie, collegate ai contributi per permessi di costruire e per il cambiamento di destinazione in variante al PGT, alla riqualificazione del centro cittadino e al miglioramento della mobilità. Il centro della città di Meda soffrirà il probabile e maggiore impatto negativo, per il suo già fragile tessuto urbanistico e commerciale. Inoltre la viabilità nell’area in oggetto e non solo richiederà un piano di rafforzamento di tutte le misure che favoriscano la fluidificazione dell’aumento di traffico.
  4. Da ultimo, non per importanza, si raccomanda che il piano di bonifica ambientale sia attentamente predisposto, discusso, validato e comunicato con trasparenza così da fugare ogni preoccupazione nella comunità, oltre al pieno rispetto delle norme applicabili. E’ nota a tutti la criticità ambientale dell’area, prossima alle zone contaminate dall’incidente ICMESA, in aggiunta alla precedente attività svolta.

 

Auspico che queste osservazioni siano attentamente esaminate per valutare gli ancora possibili miglioramenti del piano attuativo AT1 nell’interesse generale della comunità medese.

Vermondo Busnelli, Consigliere Capogruppo di MEDA per TUTTI

26 novembre 2015

mappa cavalcavia ferrovia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: