Se centro commerciale sia, almeno sia fatto bene per la città…

1

ottobre 30, 2015 di vermondo

Questa mattina ho protocollato in Comune, a nome dell’associazione politico-culturale MEDA per TUTTI, le osservazioni al Piano Attuativo dell’Area di Trasformazione “AT1” (ex-Medaspan) in Variante al Vigente Piano di Governo del Territorio, adottato con Deliberazione Consiglio Comunale n.21 del 30/07/2015. In consiglio ho votato contro per le ragioni esposte nella mia dichiarazione: https://vermondoblog.wordpress.com/2015/07/31/centro-commerciale-porta-dentrata-o-porta-girevole/. Ora, poiché il piano è stato approvato – anche se con i soli voti del PD – occorre, responsabilmente proporre all’amministrazione ogni osservazione utile perché il progetto porti a Meda il massimo beneficio possibile e minimizzi gli impatti negativi sulla comunità e sul territorio. Con questo spirito, l’associazione MEDA per TUTTI ha elaborato una prima lista di osservazioni con le raccomandazioni prioritarie a sindaco e giunta. Qui di seguito, il documento protocollato.

___________________________________

 

L’associazione MEDA per TUTTI esprime parere critico sul piano attuativo dell’area di trasformazione AT1 (ex-Medaspan), adottato con deliberazione dal Consiglio Comunale il 30 luglio 2015. Le motivazioni del nostro parere critico sono state esposte anche nell’intervento del Consigliere Comunale della lista civica MEDA per TUTTI, riportato nel verbale della seduta e pubblicato nel nostro sito: https://associazionemedapertutti.wordpress.com/2015/08/01/sintesi-del-consiglio-comunale-di-meda-del-30-luglio-2015/.

Prendiamo atto della decisione del Consiglio Comunale di approvare a maggioranza il piano in oggetto. Presentiamo alcune osservazioni che ci auspichiamo vengano recepite nelle fasi successive di approvazione definitiva del piano a beneficio della comunità medese e del territorio, massimizzando i possibili benefici e minimizzando i rischi associati al progetto. Le nostre osservazioni riguardano alcuni aspetti economici, contrattuali, ambientali e di sostenibilità urbanistica; in particolare:

  • la realizzazione di un cavalcavia sulla linea ferroviaria FNM a prolungamento della strada già prevista di uscita su via Busnelli come possibile alternativa al sottopasso programmato come opera connessa di Pedemontana da realizzarsi prima del completamento del centro commerciale polifunzionale;
  • il rafforzamento della convenzione e degli atti contrattuali con la proprietà, con l’aggiunta di chiare condizioni di sospensiva oltre che di garanzie fideiussorie a maggiore tutela degli interessi comunali;
  • l’utilizzo delle entrate da oneri di urbanizzazione e da cambio di destinazione dell’area a favore della riqualificazione del centro cittadino;
  • la puntuale, completa e trasparente informazione pubblica delle opere di bonifica ambientale richieste dalle normative applicabili, vista le criticità dell’area.

 

  1. Cavalcavia sulla ferrovia FNM, come possibile e meno invasiva alternativa al già previsto sottopasso di via Seveso-via Cadorna. La frattura della linea ferroviaria è, per Meda, la principale causa della difficile situazione della mobilità urbana. Una soluzione per il superamento di questa frattura è prioritaria. Nell’area in oggetto era già stata pensata in anni precedenti la realizzazione di un cavalcavia della linea ferroviaria in via Busnelli. Il progetto attuale già prevede un collegamento stradale dell’area AT1 con via Busnelli, che potrebbe essere prolungato con cavalcavia ferroviario verso via Milano, con le adeguate soluzioni tecniche di viabilità. Questa soluzione appare meno invasiva rispetto al sottopasso di via Seveso-via Cadorna: non sarebbe necessario deviare il torrente Tarò e l’impatto sulla viabilità delle vie limitrofe risulterebbe più sostenibile. Inoltre questo cavalcavia sarebbe più in linea con un’eventuale tangenziale Nord-Ovest della città nella fluidificazione del traffico. Comunque, cavalcavia o sottopasso dovrebbero essere ultimati prima del completamento del complesso multiuso destinato ad attività commerciali, ricettive e di servizio, previsto dal piano attuativo. Al contrario, l’avvio delle attività del complesso prima della soluzione del superamento della ferrovia creerebbe condizioni caotiche e ingestibili del traffico veicolare già congestionato in quell’area, principalmente a causa delle frequenti e lunghe soste al passaggio a livello.
  2. La stipula delle garanzie fideiussorie e delle condizioni di sospensiva dovrà essere meglio definita a maggiore tutela degli interessi della comunità medese e modulata nei vari possibili negativi scenari che potrebbero verificarsi. Naturalmente nessuno si augura che questi possano accadere, ma la preventiva definizione delle clausole e condizioni di salvaguardia deve essere meglio definita, sottoscritta e comunicata in modo trasparente. In particolare, ecco qui di seguito un elenco – non esaustivo – di clausole da aggiungere o meglio chiarire nella convenzione e/o negli atti contrattuali, per impegnare l’impresa contraente e responsabile dell’attuazione del progetto alla realizzazione di quanto concordato, a salvaguardia della comunità medese:
  • tempi certi e definiti (indicativamente sei mesi dalla firma della convenzione) per le analisi del suolo e sottosuolo per il conseguente piano di bonifica, con rilascio di fideiussione, da riscuotere in caso di inadempienza;
  • tempi certi e definiti (per esempio dodici mesi dalla firma della convenzione) per l’abbattimento delle strutture esistenti e pulizia dell’area, con rilascio di fideiussione, da riscuotere in caso di inadempienza;
  • tempi certi e definiti (come prescritti dalle norme applicabili) per la realizzazione delle opere autorizzate con le concessioni edilizie, con rilascio di fideiussione, da riscuotere in caso di inadempienza.

 

  1. Le rilevanti entrate finanziarie collegate ai contributi per permessi di costruire e per il cambiamento di destinazione in variante al PGT dovrebbero essere principalmente finalizzate alla riqualificazione del centro cittadino e al miglioramento della mobilità. Il centro della città di Meda soffrirà il probabile e maggiore impatto negativo. E’ nota la condizione precaria dell’attuale centro storico e il suo fragile tessuto urbanistico e commerciale. Un’efficace riqualificazione del centro, con politiche adeguate di sostegno alle attività e ai servizi, sarebbe un necessario intervento per equilibrare la sinergia con il nuovo complesso. Inoltre la viabilità nell’area in oggetto e non solo richiederà un piano di miglioramento e di rafforzamento di tutte le misure che favoriscano la fluidificazione dell’aumento di traffico.

 

  1. Da ultimo, e non per importanza, il piano di bonifica ambientale dovrà essere attentamente predisposto, discusso, validato e comunicato per fugare ogni preoccupazione nella comunità, oltre al pieno rispetto delle norme applicabili. E’ nota a tutti la criticità ambientale dell’area, prossima alle zone contaminate dall’incidente ICMESA, in aggiunta alla precedente attività svolta.

 

Associazione MEDA per TUTTI

Meda, 30 ottobre 2015

protocollo 2105ott30

schizzo su mappa del possibile tracciato del cavalcavia proposto in alternativa al sottopasso (come descritto al punto 1. delle osservazioni):

mappa cavalcavia ferrovia

 

One thought on “Se centro commerciale sia, almeno sia fatto bene per la città…

  1. […] la proposta di un cavalcavia sulla ferrovia, da inserire nel piano AT1, in alternativa al sottopasso previsto in via Cadorna-via Seveso per evitare la deviazione del Tarò, per spostare il traffico e relativo inquinamento dal centro alla periferia della città, per eliminare i notevoli disagi alla popolazione dei quartieri direttamente interessati dalla realizzazione del sottopasso: https://vermondoblog.wordpress.com/2015/10/30/se-centro-commerciale-sia-almeno-sia-fatto-bene-per-la…; […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: