Continua lo stallo delle commissioni consiliari…

Lascia un commento

luglio 31, 2015 di vermondo

Ho dedicato l’intervento iniziale alla richiesta di discussione e valutazione dei comportamenti del Presidente del Consiglio, B. Molteni, che hanno causato lo stallo dei lavori delle commissioni con riduzione dell’efficacia ed efficienza delle attività consiliari. Ebbene il PD ha fatto scudo a Molteni impedendo, con l’arroganza dei loro numeri di voti, la discussione e non consentendo neppure gli interventi dei cinque consiglieri che hanno richiesto il punto all’ordine del giorno, come loro diritto. Un altro brutto caso di poca attenzione alle minoranze, di scarsa trasparenza e di chiusura totale al confronto dialogico.

___________

Consiglio Comunale del 30 luglio 2015 – Comunicazione iniziale

Signori Presidente, Sindaco, Assessori, Consiglieri, Signore e Signori Tutti,

voglio tornare su quanto successo nell’ultimo consiglio, quando si è impedita la discussione del punto all’ordine del giorno richiesto da cinque consiglieri, come previsto dal nostro regolamento. La richiesta era chiara e trasparente: discutere sui comportamenti del presidente del consiglio, Bruno Molteni che hanno portato alla situazione di stallo delle commissioni consiliari, pregiudicando l’efficacia dei lavori di questo consiglio, in particolare la revisione condivisa di regolamento e statuto.

Lo stratagemma normativo della “questione preliminare”, usato in modo discutibile – come ho scritto nel messaggio inviato a Sindaco, Presidente del Consiglio Comunale e Segretario – ha evidenziato la sostanza politica: non si vuole riconoscere la profonda crisi di funzionamento delle commissioni e valutarne insieme le cause per ridare vita e slancio alle attività.

Nel metodo, la decisione dei consiglieri di PD e NCD ha leso il diritto dei cinque consiglieri che hanno chiesto la discussione di questo punto ai sensi dell’art. 21 del regolamento. Il richiamo del Capogruppo del PD, S. Venier, alla questione preliminare per cancellare il punto previsto nell’ordine del giorno non esclude la possibilità d’interventi e di discussione da parte di altri consiglieri. Il regolamento dice esplicitamente quando la discussione non è prevista, come per esempio nei casi dell’art. 34, comma 1. Al contrario, l’art 38 non esclude il diritto dei consiglieri di commentare la proposta di questione preliminare affinché il consiglio possa decidere in piena coscienza, sentite le osservazioni dei diversi gruppi.  Questo è stato impedito, nel consiglio del 20 luglio, non consentendo l’intervento di consiglieri che hanno chiesto la possibilità di esprimere le proprie ragioni prima della votazione. Peraltro, in casi di modifica di punti all’ordine del giorno già concordato e pubblicato, la regola e la prassi richiedono che il Presidente del Consiglio convochi la conferenza dei capigruppo per discutere le motivazioni del cambiamento e sentire le ragioni dei capigruppo.

Nel merito, l’occasione persa per analizzare e valutare le cause della crisi di funzionamento delle commissioni non consente di ripristinare le condizioni minime di collaborazione dialogica tra i gruppi consiliari. Con le nuove modifiche introdotte unilateralmente da NCD e PD, senza trovare punti di equilibrio con le altre rappresentanze, viene ulteriormente rafforzata la paralisi delle commissioni. Non si riesce a riavviarle! La commissione Regolamenti e Statuto non ha un presidente da mesi. La nuova commissione Territorio e Ambiente ha un nuovo presidente, C. Tagliabue, votata da se stessa e non ha un vicepresidente. Nessuna notizia dalle altre commissioni.

Chi non vuole prendere atto di questo vulnus si rende responsabile della paralisi delle commissioni e della ridotta partecipazione democratica nel funzionamento di questo consiglio.

Vermondo Busnelli

Consigliere Capogruppo di MEDA per TUTTI

30 luglio 2015

 

altri blog collegati:

https://vermondoblog.wordpress.com/2015/07/21/respinta-da-caimi-molteni-e-consiglieri-pd-la-richiesta-di-valutare-loperato-del-presidente-del-consiglio-comunale/

https://vermondoblog.wordpress.com/2015/07/17/il-prefetto-da-ragione-ai-consiglieri-busnelli-colombo-e-galimberti-poi-ci-ripensa/

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: