Il prefetto dà ragione ai consiglieri Busnelli, Colombo e Galimberti… poi ci ripensa…

Lascia un commento

luglio 17, 2015 di vermondo

Il prefetto dà ragione ai consiglieri Busnelli, Colombo e Galimberti. La risposta del Prefetto di Monza e Brianza è chiara. La commissione Regolamenti e Statuto avviata dal Sindaco Caimi, con la regia del Presidente del Consiglio Molteni è illegittima come nulle sono le sue attività.

Questa è stata, da subito, la nostra valutazione, quando Caimi e Molteni hanno voluto imporre la loro decisione di costituire una nuova commissione, il 9 febbraio 2015, dopo avere affondato quella precedente che aveva lavorato con efficacia fino a quel momento, nonostante il cambio di amministrazione e sindaco. I presidenti che si sono susseguiti, Busnelli e Santambrogio, avevano sviluppato l’aggiornamento di regolamento e statuto con la collaborazione di tutti i gruppi consiliari che avevano condiviso il principio comune che le regole debbano essere condivise per assicurare un buona amministrazione.

Molteni, utilizzando la sua funzione di Presidente del Consiglio Comunale e con il sostegno del PD, ha voluto imporre un cambiamento immotivato al contenuto e alla dinamica dei lavori, proponendo cambiamenti di articoli già discussi e approvati con largo consenso. Il risultato è stato inevitabile: il blocco dei lavori e l’impossibilità a riprendere il percorso ormai quasi ultimato. Per attivare una nuova commissione si è aggiunto all’errore politico anche altri errori procedurali che hanno causato la nostra protesta che, inascoltata, ha poi dato forma all’esposto al Prefetto. I due gravi errori procedurali, segno di malriposta arroganza, sono stati: l’elezione del presidente (Daelli, PD) e vicepresidente (Molteni, NCD) pur senza la presenza della maggioranza dei componenti e quindi senza numero legale (Molteni ha eletto Daelli e Daelli ha eletto Molteni); l’elezione con seduta segreta, non aperta al pubblico, senza motivazioni. La decisione del Prefetto è lapidaria: “…Il regolamento comunale non è stato rispettato invalidando così le decisioni assunte nell’occasione”.

Importante il passaggio del Prefetto laddove si chiarisce che il numero legale, come la norma richiede, per la validità della seduta è determinato dalla maggioranza DEI COMPONENTI dell’assise e non dal “peso ponderato” da loro rappresentato.

Auspichiamo che i protagonisti della vicenda riconoscano i loro errori politici e procedurali e prendano atto della risposta del Prefetto, ed evitino ulteriori forzature consentendo di riprendere il percorso dell’aggiornamento del regolamento e dello statuto dal punto in cui era stato interrotto, causando una grave perdita di tempo e di energie e un danno a tutta la città.

I consiglieri comunali

Vermondo Busnelli (Meda per Tutti), Alberto Colombo (Sinistra e Ambiente), Vilma Galimberti (Con Buraschi per Meda)

________

Oggi riceviamo una seconda lettera prefettizia, nella quale si dice che Sindaco e Segretario sono intervenuti per dare altri chiarimenti. Quindi, il Prefetto – dopo essersi espresso chiaramente – afferma che ha bisogno di un ulteriore approfondimento…

VB Foto10 2015ott

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: