Si riparla ancora di centro storico…

4

giugno 11, 2015 di vermondo

Ieri, 10 giugno, ho partecipato all’incontro promosso da Pro Loco Pro Meda sul cento storico: “Meda com’era, com’è e come sarà”.  Ho seguito con interesse il racconto con immagini della vecchia Meda. Poi, ho ascoltato con attenzione l’intervento dell’assessore S. Buraschi per cercare di conoscere e interpretare le intenzioni di questa Giunta, dopo tre anni di governo della città, sulle politiche del territorio con riferimento alla riqualificazione del centro storico di Meda, che è in progressivo abbandono e degrado.

Su questo tema, l’associazione MEDA per TUTTI è attiva, da sempre e ha presentato le proposte in diverse occasioni, tra le quali:

 

L’incontro di ieri, come altri che portino l’attenzione sul problema della riqualificazione del centro, serve a creare sensibilità, dibattito e confronto. E’ giusto e doveroso partecipare perché è l’unico modo democratico per esprimere a voce alta e confrontare le opinioni anche se chi è al governo ha, alla fine, l’ultima parola e la responsabilità delle decisioni.

Ieri, purtroppo, ancora una volta non è emersa una visione chiara sulle politiche di riqualificazione del centro, se non la prevista illuminazione di via delle Benedettine pagata con il bando regionale per attività EXPO 2015. Ho invitato, nuovamente e pubblicamente, l’assessore a essere più chiara sulla visione del futuro centro: se sarà un “museo” storico monumentale o se si vuole che torni a essere il cuore vivo e pulsante della città intorno a piazza Vittorio Veneto, nel quadrilatero P.zza Volta – P.zza Municipio – Largo della Fontana – P.zza Cavour). Questa seconda è anche la proposta che io preferisco e per attuarla occorre prevedere una strategia che riporti servizi, attività e residenze riqualificate con incentivi e secondo un piano organico e norme tecniche di agevolazione. Invece, sembra che la visione di questa giunta (anche se non detta chiaramente) sia la prima: lasciar “morire” lentamente il centro storico di Meda, apportando interventi di ‘maquillage’ e investire su altre soluzioni, come l’area AT1 ex-Medaspan.

santuario2 piazza vitt veneto8 matteotti ca rustica3 marciap matteotti

4 thoughts on “Si riparla ancora di centro storico…

  1. gianni del pero scrive:

    Il problema è che un’idea dovresti avercela prima di proporti come amministratore comunale ed occupare un ruolo impegnativo come quello di assessore all’Urbanistica (ma cribbio anche delegato ai Lavori Pubblici). Difficile farsela “in corsa” specie se non ne ha nemmeno la competenza tecnica. E soprattutto quando pensi che la soluzione siano le grandi opere, i finanziamenti pubblici o i grandi interventi privati speculativi, spazio non ne trovi per l’interesse pubblico e per quello dei singoli cittadini medesi.

  2. aerre scrive:

    Molto rumore per nulla, scomodiamo Shakespeare per commentare l’incontro organizzato da Pro Loco e Amici dell’Arte ieri sera nella sala del Consiglio Comunale con l’intrigante titolo
    – Meda come era, come è ,come sarà –
    Un plauso al coraggio degli organizzatori ed anche per la presenza dell’assessore e vicesindaco Buraschi che dopo due introduzioni storico-nostalgiche di un passato che NON torna più, di Galimberti e Boga, ha esposto le intenzioni dell’amministrazione su come fare per rivitalizzare il centro storico , in alcune parti degradato e fatiscente ma che ostinatamente qualcuno vede ancora “bello” –è stato detto da qualcuno anche nell’incontro di ieri sera.
    Dopo più di una precisazione di Boga, che poi, seguiranno molti altri incontri e questo è solo il primo, in concreto l’assessore ha informato che entro l’anno si farà una nuova e moderna illuminazione, a led, di tutto il comparto storico monumentale –
    E’ già qualcosa ma, aleggiava nell’aria il pensiero e la consapevolezza, dell’enorme sforzo economico e di sinergie anche politiche per riqualificare il centro Monumentale che, come chiarito da alcune slide esposte, è sottoposto a precisi vincoli – anche il muraglione, ed ogni volta che si nomina c’è sempre qualcuno che lo vorrebbe abbattere, ma il massimo che si potrà ottenere , è emerso, sono solo alcuni sbocchi o portali nel giardino che ancora tutto da rimettere in sesto, ma con quali fondi?? Di fondi, soldi , spese di bilancio ecc.ecc. con annessi e connessi si è poi espresso con molta franchezza il sindaco Caimi con una curiosità, per chi fosse stato presente per caso,avrebbe potuto pensare che prima della attuale giunta ci fossero stati personaggi appena sbarcati da Marte ma i marziani sono ancora qui, ed un esempio della loro in- concretezza e in-comprensione della grave situazione della nostra città è stato il patetico intervento di un loro sostenitore che non si è nemmeno reso conto del le sciocchezze che ha detto.Per la cronaca ci sono stati altri interventi di attuali esponenti politici ed ex politici del passato e come spesso capita, hanno tutti ragione.
    Quindi, ai prossimi ncontri
    aerre

  3. aerre scrive:

    Sul sito ufficiale del PD medese è pubblicato un articolo riguardante l’incontro in oggetto.
    Non voglio entrare nel merito dell’articolo stesso ma esprimo il dissenso nei confronti dell’estensore che, citando solo l’intervento di Vermondo Busnelli ne critica apertamente il contenuto.
    Ci sono stati cinque interventi di cittadini e politici medesi e ognuno ha espresso liberamente il suo pensiero, molti la pensano come Vermondo Busnelli, cioè sullo stato di degrado di parte del centro storico, iniziando da corso Matteotti, proprietà Besana e via via poi la Curt Lunga e gli edifici fatiscenti sulla destra della via salendo a piazza Vitt. Veneto ecc.ecc. quindi trovo molto strumentale il citare solo ciò che ha detto Vermondo Busnelli e non, anche sommariamente, citare tutti gli altri interventi, è forse perché è il competitore più agguerrito di questa amministrazione?
    Non ha certo bisogno di avvocati difensori ma il metodo di attaccare personalmente e direttamente chi esprime il proprio libero pensiero e, non nel caso di scelte o decisioni politiche di responsabilità, è un vetero tentativo di vecchia e stantia politica, alla faccia del rinnovamento pidino.
    aerre

    • vermondo scrive:

      Caro Aerre, grazie alla tua segnalazione ho letto l’articolo che citi sul sito del PD medese e che non avevo notato. Nulla di nuovo da parte di questa giunta PD. Non vogliono accettare critiche e proposte, travisando il senso degli interventi. Il mio è un “grido di dolore” nel vedere un centro storico prestigioso e unico, lasciato nell’abbandono e nel degrado per sbagliate politiche del territorio e per mancanza di visione e progetti di riqualificazione. Ho detto che mi sarei aspettato qualcosa di più da chi amministra la città da tre anni. Speriamo nel prossimo incontro…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: