Le istituzioni non si parlano… i cittadini soffrono.

Lascia un commento

gennaio 21, 2015 di vermondo

Credo utile condividere con tutti questo scambio di corrispondenza che ho avuto con un cittadino e con l’assessore per un problema/opportunità d’interesse generale per la nostra comunità e il nostro territorio. L’argomento è il servizio pubblico di collegamento con l’istituto Jean Monnet di Mariano Comense, frequentato da molti ragazzi e ragazze medesi (ma potrebbe valere anche per altri istituti scolastici e non solo). Trovo questo scambio interessante ed esemplificativo per almeno un paio di considerazioni. Innanzitutto, c’è la volontà di segnalare problemi e opportunità con l’obiettivo di trovare soluzioni. Poi, si tocca con mano la difficoltà o impossibilità di pianificare iniziative sul territorio tra diverse istituzioni con responsabilità diverse (abbiamo anche un’altra prova recente tra Comune e Ferrovie Nord per la stazione ‘riqualificata’ e l’accessibilità ai disabili ma l’elenco è molto lungo).

Ecco un estratto della segnalazione di un cittadino:

“Dr. Busnelli buondì. Mi permetto chiederle come mai l’Assessore alle Attività Produttive, all’Ambiente e all’Economia Sostenibile, in collaborazione con l’Assessore ai Servizi Sociali e all’Istruzione, non abbiano ancora proposto la possibilità di organizzare un pullman tratta Meda – Mariano C.se  destinazione Scuola Jean Monnet? Che lei sappia è stata fatta un’analisi di fattibilità? E’ risaputo che le famiglie si organizzano per portare/riprendere i figli presso la scuola di Mariano C.se, incrementando il traffico ed il conseguente smog, per la copertura di circa 3,5 km ad esempio da Via Indipendenza a via S. Caterina di Siena. E’ disponibile il treno, ma considerando che per entrare a scuola per le ore 8.00 gli studenti devono prendere l’unico treno alle ore 7.10 (quello delle 7.40 é sospeso da diversi mesi) è facilmente deducibile che la maggior parte del centinaio di ragazzi (o forse molti di più) che frequentano la scuola di Mariano C.se, preferiscano farsi accompagnare ad un orario più comodo. Penso che un servizio pubblico per questa destinazione possa avere un impatto certamente positivo contro lo smog, il traffico e soprattutto per l’educazione civile  dei cittadini che così potrebbero sfruttare a proprio vantaggio l’utilizzo dei mezzi pubblici. Questa proposta sarebbe certamente più interessante e utile per tutta la cittadinanza medese, al contrario del ‘car sharing’ annunciato, che prevede la disponibilità di 2 auto elettriche.”

Ed ecco un estratto della risposta dell’assessore:

“Egregio Consigliere Busnelli, apprezzo la sua scelta di interloquire con mezzi usuali senza ricorrere a procedure formali che spesso partorisono altrettanto formali risposte. Dal punto di vista formale Ferrovie Nord copre il servizio con il treno delle 7.10. Quello che possiamo fare è chiedere ai nostri interlocutori istituzionali di Ferrovie Nord Milano quando pensano di ripristinare il suddetto treno mancante. I lavori sulla linea credo abbiano imposto uno sfoltimento delle corse per permettere una operatività maggiore.  Se la risposta dovesse essere negativa o non sufficiente a mitigare il problema, potremmo fare istanza alle varie società di trasporto locale di istituire una navetta che possa servire i comuni di Meda e Cabiate posti sul tragitto. Questo è quanto possiamo fare (e devo ammettere non è molto) come amministrazione comunale; non è esclusa la possibilità di “rafforzare” la richiesta trovando supporto dal Comune di Cabiate. In quanto alle competenze devo deludere il suo interlocutore perché il trasporto locale sovracomunale  è di competenza regionale e, in questo periodo, le linee di trasporto vengono più facilmente soppresse che attivate. Mi rendo perfettamente conto che i problemi personali sono quelli priorità più alta, ma potrebbe anche essere che, all’interno di una comunità, i problemi possano avere un’importanza relativa diversa. Sarà mia premura aggiornarla sull’esito delle nostre richieste a Ferrovie Nord Milano”.

Vi terrò informati se e quando questa segnalazione potrà migliorare la vita di molti studenti e relativi genitori e anche l’ambiente per una migliore razionalizzazione degli spostamenti con minor uso di autovetture e quindi minore inquinamento.

Morale della favola: “E’ importante che i cittadini segnalino problemi e opportunità di miglioramento dei servizi; è importante che le autorità si attivino e si coordinino per trovare le soluzioni migliori”.

 

Vermondo Busnelli

Vermondo Busnelli

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: