Un Natale un po’ spento … ma auguriamoci ricco di speranze!

Lascia un commento

dicembre 12, 2014 di vermondo

18-82815

La mia apertura in consiglio del 10 dicembre è stata dedicata alla mancanza di luminarie e decori natalizi nelle piazze e per le vie di Meda, salvo qualche eccezione qua e là. L’ispirazione per questo mio intervento è venuta dalle conversazione con Medesi e dal social network “sei di Meda se…”

__________________________________

Consiglio Comunale del 10 dicembre 2014

Comunicazione iniziale

Signori Presidente e Sindaco, Signore e Signori Consiglieri e Assessori,

il Natale 2014 invita ad alcune riflessioni che penso utili a questo consiglio. Raccolgo molte segnalazioni, anche dal social network, su come la nostra città si sta preparando al periodo delle feste natalizie. C’è molta delusione sulla mancanza di segni visibili di festività nelle piazze, da quella del municipio e nelle vie centrali o periferiche. Questa constatazione è ancora più amara se confrontata con altre realtà qui vicine che hanno alberi addobbati, luminarie coordinate dal centro verse le zone periferiche, persino piste di ghiaccio o altre attrazioni.

Perché parlarne qui in consiglio comunale, oggi? Perché anche questo è un indicatore della salute della città di Meda che non possiamo trascurare. Una città che non sa addobbarsi nel periodo di festa trasmette sentimenti di tristezza e pessimismo.

Se i sintomi sono chiari, più complessa è la diagnosi per definire le cause e le responsabilità che hanno portato a questa situazione. Perciò porto all’attenzione di questo consiglio alcune riflessioni. Innanzitutto Meda non ha un centro da addobbare dove la gente possa ritrovarsi, passeggiare tranquillamente e possibilmente fare shopping in un clima di festa. Solitamente dal centro della città parte l’impronta che poi è trasmessa alle altre parti: dall’albero centrale alle luminarie, alle attività di animazione. Diverse sono le opinioni raccolte tra la gente su chi debba prendere l’iniziativa: l’amministrazione o le associazioni o i privati cittadini? Io credo che tutti debbano fare la loro parte. Credo anche che l’amministrazione comunale debba tenere un ruolo di attivo coordinamento con le forze della società in modo sussidiario e di sostegno. Idealmente, le associazioni dovrebbe prendere la leadership nella proposta e nel coordinamento delle iniziative. Se questo non avviene penso che l’amministrazione debba svolgere un ruolo di promozione e incoraggiamento. Purtroppo il meccanismo si è inceppato e certo non bastano le considerazioni su chi debba prendere l’iniziativa per primo o trincerarsi sempre dietro le motivazioni dei costi.

Il mio augurio per il Natale 2014 e per il nuovo anno è che il 2015 sia davvero l’inizio per ripartire con programmi concreti di rivitalizzazione della nostra città. Si dia il via alla riqualificazione del centro per ridare a Meda l’identità persa. Questa sarà la precondizione per avviare un piano di rilancio delle attività commerciali, di accoglienza e di ospitalità che sappiano incoraggiare i Medesi a spendere i loro soldi a Meda e ad attrarre i non Medesi, invertendo la tendenza in atto da troppo tempo. Solo così potremo sperare di avere un Natale 2015 un po’ più illuminato e addobbato come ci meritiamo.

Vermondo Busnelli

Consigliere Capogruppo di MEDA per TUTTI

10 dicembre 2014

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: