Mozione per consiglio comunale su Pedemontana

3

novembre 22, 2014 di vermondo

mozione 5 cons com 2014nov21

Questa mattina, 21 novembre, è stata protocollata la mozione che ho sottoscritto con altri quattro consiglieri comunali per chiedere la discussione in consiglio su Pedemontana. L’opera avrà un grande impatto sul nostro territorio e merita la massima attenzione per conoscere e valutare tutti gli aspetti, in particolare quelli critici così da predisporre piani che massimizzino le opportunità e minimizzino gli eventuali svantaggi. Le motivazioni della richiesta sono illustrate nel testo della mozione.

______________________________________________

al Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Meda

e p.c. al Sig. Sindaco del Comune di Meda

ai Sigg. Consiglieri Capigruppo

 

OGGETTO: Richiesta di convocazione del consiglio comunale sull’argomento Pedemontana

Ai sensi dell’art. 21 del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale, i sottoscritti consiglieri delle liste Con Buraschi per Meda, Lega Nord, MEDA per TUTTI e Sinistra e Ambiente chiedono che sia convocato un consiglio comunale sull’argomento Pedemontana, entro i termini stabiliti dall’art. 39 del D.Lgs. n. 267/2000.

CONSIDERATO CHE

  • l’autostrada Pedemontana rappresenta per Meda un’opera di grande rilevanza;
  • è di fondamentale importanza coinvolgere la cittadinanza e le sue rappresentanze a partire dal consiglio comunale per un regolare e puntale aggiornamento sullo stato di avanzamento del progetto e dei lavori;
  • la presentazione delle informazioni disponibili, definitive o in corso di definizione e il confronto con le diverse parti permette di meglio valutare le opportunità e le criticità al fine di assicurare il migliore vantaggio possibile per la comunità di Meda e per il suo territorio;
  • la discussione in consiglio comunale, previo passaggio nella commissione competente, permetterebbe l’analisi e la valutazione dei diversi aspetti dell’opera, facilitando la comprensione del quadro d’insieme;
  • l’iscrizione all’ordine del giorno del consiglio comunale può creare sinergie e non sovrapposizioni con eventuali incontri pubblici con la cittadinanza, avendo funzioni e obiettivi diversi e complementari;

CHIEDIAMO

  1. la convocazione di un consiglio comunale dedicato o di un consiglio che preveda al primo punto dell’ordine del giorno, dopo le comunicazioni previste dall’art. 34 del regolamento per il funzionamento del consiglio comunale, l’argomento: “Aggiornamento e discussione sui progetti della tratta B2 di Pedemontana, sulle opere connesse e complementari, sulle proposte di modifica alle stesse e sulle compensazioni ambientali; aggiornamento sulle coperture economiche, sullo stato dell’ottemperanza alle prescrizioni CIPE e sulla caratterizzazione del suolo per definire il livello di contaminazione da TCDD lungo il tracciato della pedemontana”;
  1. la condivisione della documentazione disponibile utile ai lavori del Consiglio Comunale, che sarà anche oggetto di valutazione nella commissione preparatoria sui vari aspetti dell’opera e con particolare riferimento a quelli urbanistici, finanziari, di viabilità e traffico, ambientali e sanitari;
  1. l’invito esteso a eventuali responsabili ed esperti nelle varie aree di competenza.

I Consiglieri Comunali

Mirco Busnelli

Vermondo Busnelli

Alberto Colombo

Vilma Galimberti

Luca Santambrogio

Meda, 20 novembre 2014

 

3 thoughts on “Mozione per consiglio comunale su Pedemontana

  1. aerre scrive:

    Da tempo auspico un lavoro comune tra le due liste civiche che in previsione futura, numericamente e percentualmente alle prossime elezioni comunali, andrebbero diritte perlomeno al ballottaggio, scombinando quindi l’alternanza tra i partiti tradizionali che da sempre sono succeduti a Meda, con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti i cittadini: una città degradata ed in lento declino. ed ho visto come inizio positivo l’iniziativa di una mozione unitaria da quello che definirei un nuovo soggetto politico, per la richiesta di una assemblea pubblica che chiarisca definitivamente tutta la questione Pedemontana e quindi:
    “cosa ci aspetta e cosa dobbiamo attenderci”.
    D’accordo che – più si è, meglio è – e una mozione firmata da cinque consiglieri, un terzo del consiglio, ha più possibilità di essere incisiva e quindi passare, ma da un punto di vista “politico”non condivido per niente l’allargamento dei firmatari della suddetta mozione a SinAmb e Leganord , innanzitutto perché è un pastrocchio che annacqua il presentarsi delle liste civiche unite come un nuovo e originale soggetto politico e poi nel particolare, tutte e due le altre liste rappresentano un modo di fare una vecchia politica,di lotta e di governo :
    SinAmb è addirittura nella maggioranza ma con costanti variabili, dentro o fuori, secondo convenienze anche ideologiche
    La LegaNord che firma una richiesta di assemblea quando per i passati cinque anni ha fatto credere di “conoscere” tutti progetti alternando ciò con una tiritera di “buone nuove per Meda” elencando opere di compensazione che probabilmente erano solo nella loro fantasia, ed oggi sappiamo bene come la Lega condiziona l’attuale esecutivo.
    Abbiamo proprio di tutto: una Giunta che si vanta di opere – FNM e Opera Besana – che non sono state ideate da loro e per le quali non tirano fuori neanche un euro e che propone improbabili Care Sharing e non ha nemmeno un quattrino per fornire alle attività commerciali del centro storico i sacchi di sabbia anti alluvione, che ha già chiaramente informato di non avere alcuna intenzione di promuovere alcuna attività per le feste natalizie, non lamentiamoci poi che “ A Meda non fanno mai niente “ e tutti “vanno a Seregno “dove ci sono luminarie e isole pedonali, forse chi amministrato Seregno era ed è molto più “illuminato” di chi amministra ed ha amministrato Meda
    Le attività commerciali medesi sono solo dei bancomat che forniscono contanti con Tasi – Tarsu – Ici – Imu e chi più ne ha…….
    In questi mesi il PD ha già perso completamente i consensi che faticosamente ha cercato ed ottenuto al di la del proprio recinto
    Forza liste civiche, molto presto arriverà il vostro momento ma…………fate molta attenzione nel non cadere nelle furbizie dei ferrivecchi, dei riciclati e degli esodati della vecchia politica
    aerre

    • vermondo scrive:

      Caro Aerre, la scelta di sottoscrivere con cinque firme di consiglieri la richiesta di un consiglio comunale su Pedemontana è uno strumento (l’unico praticabile) per ottenere quello che in altri modi non è stato possibile. Non significa affatto un accordo politico tra le liste che hanno aderito, ma un’azione congiunta per avere il “quorum di un quinto di consiglieri” necessario a convocare il consiglio per discutere pubblicamente di Pedemontana. Per il resto, condivido l’analisi molto critica della situazione di Meda e delle cause che l’hanno generata, come risulta chiaramente dalle mie dichiarazioni pubbliche.

  2. aerre scrive:

    ma certo, però non ho minimamente sospettato o parlato di accordi politici – molto improbabili per le diversità – ma della costrizione machiavellica che porta ad alleanze improprie
    aerre

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: