Prendiamo cura dei nostri genitori e nonni

Lascia un commento

ottobre 27, 2014 di vermondo

In Italia si vive a lungo. Ci sono più di 16.000 ultracentenari, in larghissima maggioranza donne. L’attenzione e la cura delle persone anziane è una necessità crescente della nostra società. In quest’ottica l’ampliamento della RSA Besana di Meda (il “ricovero”) è un’iniziativa da sostenere. Nel territorio brianzolo, l’offerta di assistenza in RSA o strutture analoghe è ancora inferiore alla domanda ed è minore rispetto ad altre province e regioni.

La RSA Besana ospita oggi 62 persone, 51 donne e 11 uomini ma ha una lunga lista di attesa (150 domande) perché non ha la capacità di soddisfare le richieste. L’ampliamento della struttura permetterà di ospitare 80 persone in camere doppie e due minialloggi per coppie di anziani autosufficienti. Il progetto prevede già in un futuro il potenziamento fino a oltre 100 persone.

Certamente, l’ideale è invecchiare nel proprio nucleo familiare. Purtroppo, tutti noi sappiamo che questo ideale non è attuabile in moltissimi casi, per le ragioni più diverse. Quindi occorre favorire tutte le forme possibili in una politica integrata, dal sussidio di accompagnamento, all’assistenza domiciliare, alle residenze sanitarie assistenziali fino al ricovero ospedaliero nei casi acuti. Con questo progetto di ampliamento e riqualificazione, la RSA Besana rafforza la sua capacità di assicurare la cura della persona con la relativa assistenza sanitaria. Perciò la RSA Besana opera in coordinamento con la Regione e la ASL per svolgere il ruolo sociale e sanitario, venendo incontro alle esigenze delle persone e famiglie e assicurando le necessarie prestazioni infermieristiche. La struttura rinnovata della RSA Besana potrà dare assistenza aggiuntiva ad altri 40 anziani in un centro diurno per cure e servizi, dalla lavanderia alla ristorazione o altre necessità.

Il Comune di Meda ha dato in concessione con diritto di superficie per 99 anni un’area di 1.246 mq destinata a parcheggi della RSA, consentendo così l’avvio dei lavori. La RSA Besana ha firmato una convenzione per agevolare l’assistenza a cittadini medesi con l’assegnazione minima dell’80% dei posti disponibili, una riduzione del 5% della retta (57€ invece di 60€), un posto garantito a persona indigente segnalata dal Comune e altri vantaggi nei servizi di lavanderia e ristorazione.

Come consigliere di MEDA per TUTTI ho dato voto favorevole a questo programma nel consiglio comunale del 29 novembre 2013 per le ragioni che ho spiegato sopra. Tuttavia ho criticato sindaco e giunta per non avere informato il consiglio sul progetto esecutivo. Un’informazione puntuale e dettagliata del progetto avrebbe consentito una maggiore conoscenza dei dettagli, prevenendo notizie infondate o imprecise che si sono susseguite a proposito della quercia sull’area concessa per il parcheggio, dell’abbattimento di alberi e del relativo piano di piantumazione e di altre aspetti. A questa lacuna di sindaco e giunta ha compensato la RSA Besana con incontri pubblici, dove sono presentati le finalità dell’ampliamento e riqualificazione, il progetto e il costo finanziario di 7.100.000 €. Ancora una volta i Medesi saranno chiamati a dare prova della propria generosità nel contribuire a sostenere questa spesa aderendo alle varie iniziative proposte, tra le quali il versamento del 5 per mille nelle dichiarazioni annuali dei redditi.

https://vermondoblog.wordpress.com/2013/11/30/onora-il-padre-e-la-madre/

VB Foto6

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: