A proposito della comandante di polizia locale e della segretaria personale del già sindaco Taveggia…

Lascia un commento

ottobre 13, 2014 di vermondo

Caro Corrado, ho letto con attenzione il tuo editoriale del 5 ottobre su Medinforma a proposito della nomina della comandante di polizia locale. Nell’articolo chiami in causa consiglieri vecchi e nuovi, quando affermi: “… Mi sarei aspettato che almeno i consiglieri comunali di opposizione, vecchi e nuovi, presentassero un’interrogazione. Ma nessuno ha fatto nulla… ”. Ebbene, come racconti nel tuo editoriale, si tratta di una decisione presa dalla giunta Taveggia diversi anni fa, quando io non avevo alcuna responsabilità nella vita politica medese e quando la lista MEDA per TUTTI non era ancora nata. Concordo pienamente con la tua affermazione: “… sinceramente mi aspettavo che fosse proprio la nuova amministrazione del Sindaco Gianni Caimi ad agire di sua iniziativa per ottenere questo rimborso nell’interesse del Comune …”. Infatti la giunta Caimi è composta da assessori e sostenuta da consiglieri che erano attivi nella vita politica medese all’epoca del fatto contestato per la nomina della comandante di polizia locale, C. Ruffa.

Tornando invece a tempi e fatti analoghi più recenti, come consigliere di MEDA per TUTTI ho prontamente criticato e contestato la decisione del Sindaco “pro tempore” Taveggia e della sua giunta, nel marzo 2013, di assumere sempre “intuitu personae” una segretaria con contratto a tempo determinato per “l’assistenza ad attività di controllo e di governo degli organi dell’ente”. Come consigliere di MEDA per TUTTI presentai un’interrogazione pubblica nel consiglio comunale del 4 aprile 2013, riportata qui sotto in allegato.

In conclusione, concordo con te, Corrado sul ruolo importante dei consiglieri di opposizione nella contestazione e nella critica delle decisioni, non condivise né condivisibili, di sindaco e giunta, in particolare quando manca l’azione di auto-controllo e governance all’interno della stessa giunta e dei gruppi consiliari di sostegno alla maggioranza.

 

Blog collegati:

https://vermondoblog.wordpress.com/2013/04/01/anche-i-padani-continuano-con-il-brutto-vizio-italico-delle-assunzioni-clientelari/

Http://www.medinforma.info/index.php?option=com_content&view=article&id=5526:illegittima-la-nomina-di-cristina-ruffa-a-dirigente-comunale&catid=55:ragionamenti-di-politica&Itemid=148

 

________________________________

Al Signor Presidente del Consiglio Comunale, Sig. Fabio Mariani

Al Sig. Sindaco, Sig. Giorgio Taveggia

 

Oggetto: INTERROGAZIONE del Gruppo Consiliare di Meda per Tutti e di UDC sulla Deliberazione della Giunta Comunale n. 69/2013 relativa alla “Costituzione ufficio alle dirette dipendenze del Sindaco”.

 

Ai sensi dell’art. 43 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e dell’art. 13 dello Statuto Comunale, il sottoscritto Consigliere Comunale della Lista Civica Meda per Tutti, in rappresentanza anche dell’UDC,

PREMESSO

  • che la decisione, oggetto di questa interrogazione, è stata illustrata anche ai genitori degli alunni che frequentano le scuole materne, elementari e medie di questo Comune, con argomentazioni aggiuntive a quelle esposte nella deliberazione della Giunta Comunale;
  • che nella citata lettera ai genitori degli alunni, si afferma che “per gli interventi più costosi” di manutenzione previsti con il supporto del nuovo ufficio in oggetto, si è “ritenuto di cedere un patrimonio che di fatto non ci porta alla soddisfazione dei bisogni della gente e quindi con gli introiti di queste dismissioni potremo procedere a tali investimenti”;
  • che la notizia di questa decisione è stata ripresa dai mezzi di comunicazione locali, con notizie frammentarie, richiedendo, quindi, una maggiore e completa informazione,

CHIEDE

che il Sig. Sindaco riferisca con risposta scritta al richiedente Consigliere Comunale oppure direttamente al Consiglio Comunale in merito ai seguenti punti:

  1. per quali motivazioni non si sia proceduto ad affidare gli incarichi descritti nella premessa della deliberazione, a impiegati o funzionari già in organico del Comune, in funzione delle competenze disponibili e in considerazione dell’emergenza finanziaria che obbliga tutti a contenere costi e spese;
  1. qual è la durata dell’incarico a tempo determinato e qual è il costo totale per il Comune di questa operazione, visto che nella deliberazione si riporta solamente la cifra di 2.000,00 quale “importo annuo dell’indennità accessoria da erogarsi a titolo di compartecipazione al fondo efficienza servizi e con risorse aggiuntive a carico dell’ente”;
  1. quali sono le dismissioni programmate dalla Giunta Comunale per sostenere i costi di manutenzione delle scuole e in quale misura – in valore assoluto e percentuale – le relative risorse finanziarie saranno dedicate allo scopo specifico, dichiarato nella citata lettera ai genitori degli alunni;
  1. quali sono le valutazioni che hanno indotto il Signor Sindaco a procedere all’assegnamento di questo incarico in maniera discrezionale e ‘intuitu personae’ e non secondo le normali procedure, considerata la natura ordinaria delle funzioni assegnate.

Il Capogruppo Consiliare di Meda per Tutti e per UDC

Vermondo Busnelli

Meda, 16 aprile 2013

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: