Presente e futuro delle liste civiche

Lascia un commento

settembre 7, 2014 di vermondo

Vermondo Busnelli

Vermondo Busnelli

La riflessione di Corrado Marelli pubblicata su Medinforma (vedi link qui sotto allegato) sul futuro delle liste civiche medesi riporta all’attenzione il fenomeno crescente delle aggregazioni politiche che si sviluppano oltre e fuori dai vecchi confini dei partiti tradizionali. Meda non può fare eccezione a questa tendenza sia locale sia nazionale. La formazione di liste civiche ha una forza maggiore nelle realtà locali dove prevalgono le attenzioni alle opportunità e ai problemi specifici della comunità e del territorio rispetto ad altre valutazioni più generali, ideologiche e di appartenenza che caratterizzano i partiti nazionali.

Le due liste civiche medesi “MEDA per TUTTI” e “con BURASCHI per MEDA” nascono da due storie diverse ma hanno molti punti in comune che meritano di essere rafforzati in possibili sinergie oltre alle forme di collaborazione già avviate con efficacia sia nelle attività consiliari sia in altre iniziative, nei due anni trascorsi dalle ultime elezioni amministrative. E’ vero ed è utile ricordare che la somma dei voti raccolti dalle due liste nel 2012 è stata pari al 24% e dei due candidati V. Busnelli e V. Galimberti pari al 26,5%. Questi risultati dimostrano che il movimento civico allargato raccoglie molte adesioni tra gli elettori medesi. Quindi è compito e responsabilità delle due liste civiche valorizzare al meglio questo largo consenso per essere più incisivi nella gestione della vita amministrativa e di governo della città.

Naturalmente le liste civiche possono e devono collaborare anche con altre forze politiche locali che ne condividano aspirazioni, obiettivi e programmi focalizzati sullo sviluppo della comunità locale, ai diversi livelli: sociale, economico e ambientale.

Diversa e più complessa è la prospettiva sovraccomunale e nazionale delle liste civiche. Questo aspetto merita un approfondimento ulteriore, anche in previsione delle prossime elezioni del nuovo consiglio provinciale di Monza e Brianza dopo la recente riforma che ha abolito il livello politico delle province. Tornerò presto su questo argomento.

http://www.medinforma.info/index.php?option=com_content&view=article&id=5403:quali-prospettive-per-le-due-liste-civiche&catid=55:ragionamenti-di-politica&Itemid=148

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: