Anche nella dieta meglio evitare gli estremismi…in medio stat virtus

2

agosto 26, 2014 di vermondo

Oggi molti dissertano di nutrizione e vendono soluzioni miracolose con diete apparentemente innovative. Ho appena terminato la lettura di due libri con tesi nutrizionali opposte: l’uno sostiene la dieta paleolitica e l’altro la dieta vegetariana. Due estremi: da una parte una dieta ricca di proteine di carne (come quella degli uomini primitivi cacciatori) e dall’altra l’eliminazione totale di prodotti animali, non solo carne.

La nostra dieta mediterranea rappresenta una consolidata e salutare via di mezzo, riconosciuta universalmente come modello di alimentazione equilibrata e benefica per la salute e il benessere. Con la dieta mediterranea corretta si vive più a lungo e meglio come dimostrato da molti studi. E’ una dieta inclusiva e non esclusiva perché fondata su di una semplice regola che prevede l’assunzione “di un po’ di tutto”. E’ piacevole perché varia di sapori, di colori, di gusti, di nutrienti, fibra, vitamine, minerali, antiossidanti, sostanze protettive che prevengono molte malattie dell’età contemporanea. E’ equilibrata nella composizione di prodotti vegetali e animali secondo la millenaria tradizione mediterranea. Prevede la distribuzione di calorie al 55% da carboidrati, 30% grassi e 15% proteine.

La dieta mediterranea si fonda su elementi costanti e fondamentali (cereali, olio di oliva, verdura, legumi e frutta, pesce e poca carne, latte e derivati) ma si evolve nel tempo integrando nuovi alimenti (patate, caffè, cacao, soia ecc.) e adattandosi alle nuove evidenze scientifiche, come per esempio l’indice glicemico. Infatti, la corretta e variata distribuzione di alimenti della dieta mediterranea nell’arco della giornata – dalla colazione alla cena – consente di assumere tutte le sostanze necessarie e utili per la nostra salute, mantenendo in equilibrio il livello di glicemia, colesterolo e altri parametri critici, senza perdere la ricchezza dei nostri sapori. Anche alimenti di origine asiatica come alghe, miso, tempeh e altri possono con successo integrare la dieta mediterranea tradizionale, senza stravolgerla nei fondamentali.

Al contrario diete iperproteiche, come la paleolitica o altre, sovraccaricano fegato e reni con prodotti terminali del metabolismo delle proteine in eccesso. Diete vegane e vegetariane possono metter a rischio la salute per carenza di vitamina B12 e minerali come Calcio, Fosforo, Ferro e altri che sono generalmente meno biodisponibili nei prodotti di origine vegetale.

La dieta mediterranea assicura l’apporto calorico appropriato con una corretta distribuzione di tutti i nutrienti e delle sostanze protettive per il buon funzionamento e il benessere del nostro corpo, se accompagnata anche da una regolare attività fisica. In estrema sintesi, le regole generali sono: mantenimento del corretto peso corporeo; aumento dei carboidrati complessi (pane, pasta, riso, patate ecc.) rispetto a quelli semplici (zuccheri); regolare apporto di fibra alimentare (cereali integrali, legumi, verdura e frutta); consumo equilibrato di proteine vegetali e animali; più carne bianca rispetto alla rossa, poche volte alla settimana (2-3); moderato consumo di carni insaccate e formaggi; regolare consumo di pesce (3 volte alla settimana) e legumi; riduzione di grassi saturi animali e/o idrogenati a favore di grassi insaturi vegetali; minore assunzione di colesterolo e precursori del colesterolo; contenere il consumo di dolci alle occasioni speciali; bere due litri di acqua al giorno; drastico contenimento dei consumi di zucchero, sale, superalcolici.

Semplice: basta saper dosare, variare e gustare gli alimenti della nostra tradizione mediterranea.

in medio stat virtus2 in medio stat virtus1

https://vermondoblog.wordpress.com/2014/07/23/dieta-mediterranea-molto-piu-di-una-dieta-qualunque-patrimonio-unesco/

https://vermondoblog.wordpress.com/2014/07/05/un-corso-speciale-per-lanno-speciale-expo-2015/

https://vermondoblog.wordpress.com/2013/11/15/duello-tra-calabresi-e-dukan-ovvero-tra-mediterranea-e-iperproteica/

https://vermondoblog.wordpress.com/2013/10/14/se-mangi-bene-vivi-meglio/

 

 

2 thoughts on “Anche nella dieta meglio evitare gli estremismi…in medio stat virtus

  1. KW here scrive:

    Ahaa, its pleasant dialogue regarding this piece of writing at this place at
    this webpage, I have read all that, so now me also commenting
    at this place.

  2. KW here scrive:

    Thanks for your personal marvelous posting! I really enjoyed reading it, you happen to be a great author.
    I will always bookmark your blog and may come back sometime soon. I want to encourage
    you continue your great writing, have a nice morning!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: