Cambiare l’impostazione del bilancio comunale: meno spese, meno tasse, più sviluppo

Lascia un commento

maggio 27, 2014 di vermondo

bilancio-in-comune foto

Questo mio blog chiude la serie dei miei interventi collegati al bilancio di previsione 2014. E’ la dichiarazione di sintesi in consiglio comunale che racchiude le ragioni del mio voto contrario e l’invito a cambiare la direzione di marcia, da un approccio orientato esclusivamente all’aumento di tasse e imposte a un altro più equilibrato tra leva tributaria e ottimizzazione delle spese correnti.

_________________________________

Consiglio Comunale del 22 maggio 2014

Punto 8: Bilancio di previsione 2014; bilancio pluriennale 2014-2016; relazione previsionale 2014-2016; aliquote addizionale IRPEF anno 2014; programma triennale lavori pubblici 2014-2016 ed elenco annuale 2014

Inizio la mia dichiarazione sulla proposta del bilancio di previsione 2014 con poche cifre ma significative dell’andamento della gestione economica della nostra città negli ultimi 5 anni, dal 2010 a oggi:

  • la spesa corrente è sostanzialmente stabile, è diminuita del 2% da 15.113.234 € a 14.766.000 €;
  • la spesa per investimenti in conto capitale è crollata del 39%, da 2.598.312 € a 1.575.400 € (virtuali perché al netto di movimenti contabili gli investimenti effettivi previsti sono 575.000 €);
  • le entrate tributarie, da imposte e tasse comunali, sono aumentate del 56%, da 8.182.499 € a 12.739.500 €.

Questo è il risultato della crisi economica generale e delle condizioni specifiche locali del nostro Comune. La crisi economica generale, che è strutturale, ha comportato una riduzione delle risorse disponibili per il Comune sia da parte dello Stato attraverso la diminuzione progressiva di trasferimenti e contributi sia da parte dei privati attraverso il quasi annullamento dei proventi delle concessioni edilizie e di altri contributi.

A questa situazione generale di crisi le casse del nostro Comune hanno sofferto per l’aggravante di interessi passivi derivanti da errori di gestione, come il fallimento della Meda Servizi SpA, le vicende giudiziarie come la ‘zocca di pirutit’, per citarne solo due.

Il bilancio consuntivo appena approvato e il bilancio preventivo in discussione oggi sono lo specchio di questa situazione: non ci sono risorse per lo sviluppo e la riqualificazione della città e lo straordinario aumento di prelievo tributario del 56% è utilizzato sostanzialmente per le spese correnti. 4 milioni e mezzo di € passano dai bilanci delle famiglie e delle imprese medesi nel bilancio del Comune per erogare gli stessi o minori servizi di 5 anni fa e senza avviare progetti di sviluppo.

Se la situazione economica fosse stata momentanea o passeggera questi scompensi si sarebbero riassorbiti nel giro di due o tre esercizi annuali.

Purtroppo la crisi economica è strutturale e richiede modifiche sostanziali alla gestione dei bilanci delle famiglie, delle imprese e degli enti pubblici, Comuni compresi. Non possiamo aspettare che qualcuno ci risolva i nostri problemi, meglio se con la classica bacchetta magica.

La certificazione di questa situazione critica e insostenibile è data dalla posizione di Meda nella graduatoria della regione Lombardia per l’indice sintetico di virtuosità. Nella classifica 2014 Meda è in ultima posizione a 33,49 punti tra tutte le città della stessa fascia demografica della zona, dopo Seregno, Seveso, Mariano, Desio, Lissone Giussano, Cesano e Nova Milanese che quest’anno ci ha superati.

Qual è la soluzione proposta da quest’amministrazione (e dalla precedente): aumentare le entrate tributarie per sostenere la spesa corrente. Il bilancio preventivo 2014 e il bilancio pluriennale 2014-2016 sono impostati con questo schema. Io credo che tale approccio non funzioni perché non sa adattarsi al cambiamento strutturale in atto e continua a drenare tutte le scarse risorse disponibili per la spesa corrente così com’era 5 o più anni fa.

Quale sarebbe invece la soluzione alternativa e sostenibile. Occorrerebbe ripensare l’organizzazione generale del Comune per riequilibrare le spese correnti e le spese d’investimento, migliorando l’efficienza e ottimizzando le risorse disponibili. Nei bilanci di previsione dei prossimi tre anni non c’è alcuna indicazione di questo cambiamento di passo e d’impostazione.

Per esempio non ci sono proposte né previsioni di ottimizzazione della spesa corrente in nessuna delle tre voci principali che sono:

  • le prestazioni di servizi, il 52% del totale;
  • il personale che rappresenta il 25%;
  • i trasferimenti che sono il 12%.

Insieme, queste tre voci rappresentano l’89% del totale delle spese correnti. Propongo alla giunta di analizzare le possibili azioni che portino miglioramento di efficienza con la conseguente liberazione di risorse che possano esser utilizzate a investimenti.

Un’altra possibile iniziativa sarebbe l’azzeramento d’incarichi esterni per lo svolgimento delle pratiche ordinarie. Quantomeno porre un tetto agli incarichi di collaborazione autonoma, come peraltro richiesto dagli stessi revisori nella relazione allegata al bilancio di previsione.

Al contrario vedo nel bilancio segnali che vanno nella direzione opposta, continuando la linea di asfissia del bilancio. Cito due esempi:

–   la copertura dei servizi a domanda individuale per gli impianti sportivi diminuisce dal 24 al 16% e quella per manifestazioni culturali dal 22 al 18%; nel totale la copertura diminuisce di 10 punti, dal 51 al 41%

–   i proventi delle sanzioni da codice della strada sono finalizzate allo scopo solo il 38% (50.000 su 130.000 €) destinando il rimanente 62% alla Provincia e alle spese correnti comunali.

Alcune brevi annotazioni finali per terminare la mia dichiarazione.

Il recupero dell’evasione tributaria è un’iniziativa di equità sociale e dovrebbe essere costante nel tempo. Meno condivisibile è la metodologia utilizzata da quest’amministrazione PD e dalla precedente Lega che l’ha iniziata. Sarebbe preferibile anticipare questi controlli attraverso un’adeguata informazione alla comunità medese sugli obiettivi e sui tempi avviando un percorso di collaborazione tra pubblico e privato nell’identificare inadempienze e le necessarie azioni correttive. Collaborazione e dialogo darebbero probabilmente risultati ancora migliori e duraturi rispetto all’approccio inquisitivo e intrusivo.

Condivido le richieste dei revisori, in particolare sul controllo e monitoraggio delle società partecipata dal Comune: non esiste o non è condivisa con questo consiglio quest’attività di vigilanza. Da tenere in evidenza anche la richiesta di regolari verifiche e accertamenti sui crediti e residui di entrate tributarie e non solo, come evidenziato anche in occasione del bilancio consuntivo 2013, dove la voce di residui e crediti ha un’incidenza sempre più rilevante nell’equilibrio di bilancio.

Chiudo con una richiesta di grande attualità per il 2014. Chiedo all’assessore competente che aggiorni regolarmente questo consiglio sulle attività in progettazione e in realizzazione per EXPO 2015 che è un evento unico e straordinario per il nostro territorio, spero non solo per le cattive notizie di corruzione e cattiva gestione pubblica ma anche e soprattutto per la sua rilevanza economica e culturale.

Il mio voto come capogruppo di MEDA per TUTTI è contrario per le ragioni esposte. Il bilancio di previsione conferma l’impostazione dei bilanci precedenti: non ci sono prospettive di sviluppo e riqualificazione della città e neppure il tentativo rivedere la dinamica delle spese correnti per ottimizzare le risorse disponibili e ridurre la pressione tributaria che è insostenibile.

Vermondo Busnelli

Capogruppo Consiliare di Meda per Tutti

22 maggio 2014

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: