Al termine la storia ingarbugliata delle case PEEP costruite 40 anni secondo le logiche delle appartenenze politiche

1

aprile 5, 2014 di vermondo

Manifesto

Mi sono astenuto sulla proposta di approvare il passaggio a proprietà piena delle case costruite in convenzione PEEP, piano di edilizia economica e popolare, in via Manzoni e via Colombara. Ho contestato alla giunta non il principio della proposta (che condivido) ma le modalità utilizzate. In particolare ho criticato la decisione di chiedere la votazione in consiglio senza illustrare il piano finanziario dell’operazione. Non essendo stati illustrati dall’assessore i costi e i benefici per il Comune, che saranno decisi separatamente dalla giunta con l’ufficio tecnico, ho dovuto astenermi dal giudizio e dal voto. Ho raccomandato che siano assicurati criteri di equità nei calcoli dei costi così da tutelare gli interessi della comunità senza danneggiare quelli dei proprietari privati delle abitazioni.

 

Consiglio Comunale del 3 aprile 2014 – Punto 6: AREE PEEP, TRASFORMAZIONE A PROPRIETA’ PIENA

Questa proposta è complementare alla deliberazione dell’ottobre 2012. Allora questo consiglio approvò un’alienazione di parte del patrimonio comunale relativa a 5 lotti residenziali con 141 appartamenti, costruiti in regime di edilizia agevolata sulle vie Manzoni, Pescarenico e Colombara.

Oggi si propone di approvare la trasformazione a proprietà piena di altri 3 lotti per 100 appartamenti sempre nell’area di via Manzoni e via Colombara. L’approvazione autorizza di conseguente l’eliminazione di tutti i vincoli collegati alla convenzione di regime agevolato (per esempio obbligo di condizioni particolari in caso di affitto). In buona sostanza, con la delibera di oggi queste abitazioni sarebbero completamente ‘liberalizzate’, acquistando un maggior valore economico a beneficio degli attuali proprietari.

Analogamente a quanto dichiarato nella precedente occasione del 2012, la mia richiesta è di valutare in modo equo il plus valore derivato da questo atto così da conciliare e mediare correttamente gli interessi di entrambe le parti, il Comune e i proprietari privati interessati. Per maggiore chiarezza e trasparenza avrei preferito conoscere i valori dell’operazione così che fossero noti i vantaggi per la comunità parallelamente a quelli legittimi dei proprietari. Così non è, perché questa proposta rimanda alla giunta e all’ufficio tecnico l’elaborazione di questi calcoli. Quindi, sapremo solo ‘a posteriori’ il beneficio atteso da questa decisione a vantaggio delle casse comunali. Nelle discussioni in commissione è stato ipotizzato un valore di aggiustamento che comunque sarebbe inferiore di circa il 25% a quello di riferimento del libero mercato edilizio.

Sempre in commissione è stato anticipato che a bilancio è stata prevista un’entrata di 200.000 € che si aggiunge a quella stimata di 400.000 € per l’operazione precedente approvata nell’ottobre 2012.

Il mio voto sarebbe favorevole se qui noi, oggi, conoscessimo i dettagli dell’operazione e quindi avessimo gli elementi di una valutazione completa. Non disponendo di queste informazioni, perché demandate a decisioni successive di giunta, il mio voto sarà di astensione.

Vermondo Busnelli

Capogruppo Consiliare di Meda per Tutti

3 aprile 2014

One thought on “Al termine la storia ingarbugliata delle case PEEP costruite 40 anni secondo le logiche delle appartenenze politiche

  1. seo scrive:

    Hello Web Admin, I noticed that your On-Page SEO is is missing a few factors, for one you do not use all three H tags in your post, also I notice that you are not using bold or italics properly in your SEO optimization. On-Page SEO means more now than ever since the new Google update: Panda. No longer are backlinks and simply pinging or sending out a RSS feed the key to getting Google PageRank or Alexa Rankings, You now NEED On-Page SEO. So what is good On-Page SEO?First your keyword must appear in the title.Then it must appear in the URL.You have to optimize your keyword and make sure that it has a nice keyword density of 3-5% in your article with relevant LSI (Latent Semantic Indexing). Then you should spread all H1,H2,H3 tags in your article.Your Keyword should appear in your first paragraph and in the last sentence of the page. You should have relevant usage of Bold and italics of your keyword.There should be one internal link to a page on your blog and you should have one image with an alt tag that has your keyword….wait there’s even more Now what if i told you there was a simple WordPress plugin that does all the On-Page SEO, and automatically for you? That’s right AUTOMATICALLY, just watch this 4minute video for more information at. Seo Plugin

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: