Un progetto per arginare il fenomeno del gioco d’azzardo patologico.

Lascia un commento

aprile 4, 2014 di vermondo

Il mio voto è stato ovviamente favorevole all’adesione di Meda al manifesto dei sindaci per disciplinare il gioco d’azzardo patologico. Questa iniziativa è frutto della mozione di MEDA per TUTTI approvata all’unanimità dal consiglio comunale del 19 dicembre 2013. Ho espresso l’auspicio e rivolto l’invito a finalizzare in tempi brevi il regolamento comunale e un piano di informazione e formazione per educare e prevenire l’insorgenza del fenomeno, soprattutto tra le fasce di persone più sensibili, facili prede dell’illusione di miracolose vincite. Abbiamo raccolto 263 firme qui a Meda, dando il nostro contributo medese al progetto nazionale di legge d’iniziativa popolare.

_____________

Consiglio Comunale del 3 aprile 2014 – Punto 5: MANIFESTO DEI SINDACI CONTRO IL GIOCO D’AZZARDO

Esprimo la soddisfazione di avere sollecitato questo consiglio ad avviare un percorso di attivazione d’iniziative, programmi e proposte per arginare il fenomeno dell’uso improprio dei giochi d’azzardo che sono causa di patologie, con pesanti ricadute sociali. La mozione di Meda per Tutti approvata all’unanimità da questo consiglio nel dicembre scorso ha avviato questo processo che mi auguro continui fino al raggiungimento di livelli soddisfacenti di contrasto al fenomeno anche nel nostro territorio di Meda.

Questo progetto è forse il primo di collaborazione trasversale tra tutti i gruppi consiliari, com’è avvenuto nella raccolta delle firme per la proposta di legge d’iniziativa popolare. Meda fa parte dei circa 600 Comuni che hanno aderito al progetto per la consegna alla Corte di Cassazione delle 50.000 firme necessarie, il prossimo 9 aprile.

L’approvazione di una legge nazionale sarà necessaria per normare gli aspetti di carattere centrale e generale che diano pienezza alle leggi regionali e ai regolamenti comunali di attuazione operativa sul territorio.

Fenomeni vasti e complessi come quello del gioco d’azzardo patologico richiedono un approccio integrato. Sappiamo bene che le leggi sono necessarie ma non sufficienti a ottenere i risultati voluti. Perciò, approvando la deliberazione di oggi, propongo di continuare il percorso appena iniziato con due filoni di iniziative: il primo normativo e il secondo educativo.

Dovremmo sviluppare in commissione un regolamento comunale che normi gli aspetti di autorizzazione e controllo delle sale da gioco e l’installazione delle macchine in funzione della pianificazione territoriale, della sicurezza urbana, del rispetto delle distanze minime da luoghi sensibili, come scuole, impianti sportivi, luoghi di culto, centri giovanili, strutture residenziali e di servizi ecc. Esistono già esempi di regolamenti dai quali prendere spunto così da accelerare l’elaborazione e l’approvazione anche qui a Meda.

Parallelamente dovremmo pianificare iniziative di informazione e formazione rivolte in particolare alle fasce e categorie di persone più sensibili per l’attività di prevenzione, che è la migliore e la più sostenibile per il raggiungimento dell’obiettivo finale.

Auspico che la giunta e l’assessore competente, che finora hanno dato pieno supporto al programma, prendano l’impegno di portare a termine questi progetti in tempi ragionevolmente ravvicinati.

Il mio voto è favorevole.

Vermondo Busnelli

Capogruppo Consiliare di Meda per Tutti

3 aprile 2014

foto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: