Onora il padre e la madre.

Lascia un commento

novembre 30, 2013 di vermondo

RSA besana

Ieri in consiglio ho votato una buona iniziativa a sostegno dei nostri genitori e nonni che non hanno più la fortuna di vivere nelle loro case con i loro figli. La Residenza Sanitaria Assistenziale Besana è un esempio di sussidiarietà tra pubblico e privato. Ecco una sintesi e poi la mia dichiarazione integrale in consiglio.

 

Ampliamento della RSA Besana onlus (“casa di risposo”). Ho votato a favore della concessione del diritto di superficie di un’area comunale per la realizzazione di parcheggi per consentire un ampliamento della RSA: da 62 a 80 posti. La RSA Besana è una delle eccellenze di Meda e va sostenuta nell’interesse della comunità. La convenzione prevede nuovi servizi e agevolazioni per la comunità medese. Ho espresso il mio disappunto alla giunta per non avere presentato il progetto di ampliamento contemporaneamente alla proposta di convenzione: questo ha limitato ai consiglieri la possibilità di avere una valutazione più completa.

 

__________________________________________

Consiglio Comunale del 28 novembre 2013

Punto 2: convenzione concessione diritto di superficie alla fondazione Giuseppe Besana onlus

 

Signori Presidente, Sindaco, Signore/i Consiglieri e Assessori,

la convenzione proposta viene incontro a un’esigenza primaria della nostra comunità, quella di migliorare i servizi di assistenza e di sostegno alle persone anziane che non hanno più la possibilità di continuare a vivere serenamente nell’ambito dei propri nuclei familiari, come sarebbe auspicabile.

Come per la scuola della prima infanzia, così – simmetricamente – per la residenza sanitaria assistenziale di anziani il Comune ha l’obbligo di favorire ogni tipo di offerta di soluzioni che aiutino i Medesi ad affrontare le difficoltà collegate a questi due periodi critici della nostra vita, in particolare per le persone in maggiore difficoltà.

Come consigliere di Meda per Tutti, credo nel principio della sussidiarietà, cioè di collaborazione tra pubblico e privato per le migliori sinergie possibili che consentano di assicurare i servizi essenziali, alla migliore qualità possibile e al minore costo sociale. Questo crea ricchezza per la comunità, eliminando gli sprechi e massimizzando le opportunità. Io penso che questa convenzione vada nella direzione corretta e a vantaggio dei Medesi. Peraltro, la RSA Besana è una delle eccellenze di Meda e va sostenuta nel solco della sua tradizione che parte ufficialmente dal lontano 1959 con continui miglioramenti, di cui l’ultimo dell’anno 2000.

Ciò detto, avrei preferito commentare e valutare – contestualmente alla discussione sulla convenzione – anche il progetto di ampliamento della RSA Besana. Sarebbe stato più logico e più organico dare un giudizio complessivo sia sui lavori di miglioria della residenza Besana onlus sia sulla convenzione. Ciò avrebbe dato a questo consiglio il quadro completo delle problematiche, delle opportunità e delle soluzioni da adottare. Invece – come d’abitudine – il consiglio si trova a deliberare senza conoscere tutti gli elementi di contorno della proposta da deliberare.  Come consigliere di minoranza, non conosco il progetto di miglioria e di ampliamento della RSA Besana e non posso valutare se la soluzione proposta che è premessa per la convenzione che stiamo discutendo sia la migliore possibile per Meda e per la nostra comunità in termini di utilizzazione delle risorse comuni. Per esempio non ho elementi di conoscenza se l’alternativa di realizzare posti macchina sotterranei sia stata sollecitata, analizzata e valutata per una più efficace utilizzazione del territorio a beneficio e valorizzazione del verde fruibile, sempre meno presente qui a Meda. Forse l’assessore competente potrà dare chiarimenti durante questa discussione e prima della votazione.

Quindi, colgo questa ennesima occasione, per invitare sindaco e giunta a dare ai consiglieri tutti gli elementi utili per una completa valutazione di giudizio prima della discussione e votazione in questo consiglio, attraverso un efficace lavoro delle commissioni preparatorie.

Tornando al merito della deliberazione che è in discussione e votazione, ritengo che i benefici e vantaggi per la comunità giustifichino la proposta, anche se non siamo in grado di ritenerla la migliore possibile, essendo mancato il confronto nel merito del progetto nella sua globalità.

Voglio ricordare alcuni punti, anche emersi in commissione e che meritano di essere riportati per completezza d’informazione e di futuri aggiornamenti:

  • questa convenzione e il relativo progetto di ampliamento della RSA Besana non comportano accordi su cambi/scambi del terreno dell’area dell’oratorio vecchio, di via S. Maria – ritengo importante evidenziare questa informazione riportata in commissione;
  • l’impegno della giunta a verificare e riportare a questo consiglio gli stati di avanzamento delle dichiarazioni d’intento per la realizzazione di servizi aggiuntivi: centro diurno, posti di sollievo, eventuali minialloggi ecc. citati come nobili intenzioni nella convenzione all’articolo 2, punto 8; questo aggiornamento potrebbe avvenire con il rinnovo del consiglio di amministrazione della RSA Besana onlus di Giugno 2014.

Per i motivi esposti, il mio voto sarà favorevole, con le riserve espresse; in particolare con l’invito a completare questa deliberazione con una prossima presentazione del progetto nella sua globalità.

 

Vermondo Busnelli

Consigliere Comunale e Capogruppo di Meda per Tutti

28 novembre 2013

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: